May 13, 2019

Mobile Cinema Reloaded

On display at MACRO_asilo, Rome, from 3 to 6 september 2019.

13 videos by Germany based artists dealing with "inside/outside" are shown in MACRO_asilo, Rome from September 3 through 8, 2019. As a performative act, they are also to be viewed a tablet carried in a special bag by Annegret Bleisteiner. The small screen is like a (Smartphone-)prothesis and has the same format as the streaming platforms where artists upload their videos nowadays. Her partner Phoebe Lesch wears a mirrored armourdress that has the same size as the the tablets. From September 3 through September 6, 2019, the artists walk through the Museum and the city and try to create encounters with public and passers-by who can watch the videos as well as reality's reflections on our bodies and talk to us.

The Mobile Cinema Walk is documented by a photographer whose pictures are uploaded to the Museum's website: we try to create a visual circuit involving real and virtual worlds, a connection between inside and outside of the museum as well as new visual contexts for video screening.

13 video realizzati da artisti che lavorano in Germania portando sul tema „interno/esterno“ sono in rassegna a MACRO_asilo dal 3 all’8 settembre 2019. Sono anche parte di una performance che si svolge dal 3 al 6 settembre. Infatti si possono guardare su un tablet portato da Annegret Bleisteiner in una borsa apposita. Il piccolo schermo è come una protesi (da Smartphone) e ha lo stesso formato dei video sulle piattaforme di streaming usati dagli artisti oggigiorni per caricarci i propri video. La sua collega Phoebe Lesch porta un vestito armatura fatto di specchi della stessa dimensione del tablet. CosÌ attrezzate, le artiste passeggiano attraverso il Museo e la città e provano a creare incontri con il pubblico e i passanti che possono guardare i video così come la riflessione della realtà sui nostri corpi.

Il Mobile Cinema Walk è documentato da un fotografo le cui immagini sono caricate sul sito web di MACRO_asilo: cerchiamo così di creare un circuito visivo coinvolgendo il mondo reale e virtuale, una connessione tra l’interno e l’esterno del Museo e nuovi contesti visivi per la proiezione di video.